Mostre | Gocce di spettacolo

Category Archives: Mostre

The Siracusa – Moon Face, personale di Giuseppe Piccione dall’8 dicembre al 10 gennaio

Giuseppe Piccione è considerato una delle voci siciliane più interessanti nel panorama dell’arte contemporanea. Dall’8 dicembre al 10 gennaio il MOON – Move Ortigia Out of Normality in via Roma 112, ospita una sua personale dal titolo “The Moon Face” (inaugurazione sabato 8 dicembre, ore 18.30).

Siracusano, classe 1967, dopo l’infanzia trascorsa in Sud Africa, ha studiato Architettura a Firenze, esordendo sulla scena dell’arte nella metà degli anni Ottanta. Piccione sfugge a ogni classificazione di genere o di corrente. Artista visivo, versatile e completo, comunica con installazioni, pittura, video arte, fotografia e tecniche digitali, creando dei ponti tra le arti. Di recente ha sviluppato il progetto “Love Street”, che comprende lavori di introspezione con l’uso della fotografia e delle tecniche digitali.

Al via la mostra di Max Botticelli

Dal oggi 14 novembre al 6 dicembre nel foyer di Teatro i sarà possibile visitare la
mostra fotografica di Max Botticelli: In a perpetual movement.
Il fotografo esplora il corpo femminile spogliandolo delle sovrastrutture dell’apparenza,
inserendolo nel fulcro di una forza primordiale nella sua più completa naturalezza. L’obiettivo fotografico segue le forme trasformandole in luoghi da scoprire, in cui gli esploratori assumono sembianze di soldatini diventando una metafora contemporanea nella battaglia sul ruolo della donna nella società.

MOSTRA – SUBLIME #CIBOGRAFICA

Dal fascino per l’alta cucina e dall’amore per il design nasce la mostra “SUBLIME, RICETTE IN #CIBOGRAFICA”, sabato 10 novembre, presso la Fonderia Napoleonica Eugenia, Milano. Una mostra completamente inedita, generata dall’incontro tra due designers milanesi e 40 chef con i loro ristoranti.

Una ricerca durata oltre un anno in cui, Caterina Pinto e Lorenza Negri, titolari dell‘Agenzia di comunicazione Boombang Design snc hanno incontrato gli chef nelle cucine dei loro ristoranti per farsi raccontare la genesi filosofica e artistica che si nasconde dietro alla preparazione di un piatto.

“DISCOURS D’AMOUR”: LA NUOVA PERSONALE DI ROBERTO DI COSTANZO

“Oltre all’accoppiamento (e al diavolo l’Immaginario), vi è quest’altro abbraccio, che è una stretta immobile: siamo ammaliati, stregati: siamo nel sonno, senza dormire; siamo nella voluttà infantile dell’addormentamento: è il momento delle storie raccontate, della voce che giunge a ipnotizzarmi, a straniarmi (…) Tutto tutto rimane sospeso: il tempo, la legge, la proibizione: niente si esaurisce, niente si desidera: tutti i desideri sono aboliti perché sembrano essere definitivamente appagati” . Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso.

LA MOSTRA – Tutto il mistero, la bellezza e la magia dell’amore in una delle più celebri espressioni di Roland Barthes, saggista e critico letterario francese, fra i principali esponenti della nuova critica francese di orientamento strutturalista. Il linguista, nella sua opera principale, racconta l’amore in tutte le sue sfaccettature. E l’artista Roberto Di Costanzo si fa ispirare proprio dalle sue preziose e travolgenti parole per raccontare tutte le forme dell’amore, tra ricerca e passione, abbandono e pienezza.

A Roma la mostra di Nino Attinà

Le forme di Picasso, le ricche pennellate di Edvard Munch, i colori di Wassily Kandinsky, i soggetti “pop” di Andy Warhol: Nino Attinà sembra voler attingere ai grandi della pittura del Novecento per la sua nuova mostra, al contempo intensa e inspirata. Tra figure intere e primi piani, tra soggetti femminili dalle procaci rotondità agli uomini più austeri, l’artista propone piccoli scorci di vita e di quotidianità, che esplodono, però, grazie alla ricchezza del colore e alla luce che il pittore infonde in maniera consapevole e attenta.

A Roma la mostra “COLORE E DINAMISMO”

Le forme di Picasso, le ricche pennellate di Edvard Munch, i colori di Wassily Kandinsky, i soggetti “pop” di Andy Warhol: Nino Attinà sembra voler attingere ai grandi della pittura del Novecento per la sua nuova mostra, al contempo intensa e inspirata. Tra figure intere e primi piani, tra soggetti femminili dalle procaci rotondità agli uomini più austeri, l’artista propone piccoli scorci di vita e di quotidianità, che esplodono, però, grazie alla ricchezza del colore e alla luce che il pittore infonde in maniera consapevole e attenta.

Amazon Prime