UNDERWATER installazione dinamica di Andrea Puccetti | Gocce di spettacolo

UNDERWATER installazione dinamica di Andrea Puccetti

Mercoledì 31 maggio 2017, ore 19-21, la Fish House Art presenterà ad Ortigia, in via Cavour 29-31 l’installazione dinamica UNDERWATER dell’artista romano Andrea Puccetti.
Più di 170 pesci, sospesi nel vicolo, daranno la sensazione ai visitatori e ai passanti di essere in un mare immaginario.«L’idea è quella di rendere il fascino dell’immersione subacquea» afferma Andrea Puccetti, che aggiunge che « per realizzare l’apparente imprevedibilità del movimento dei pesci mi sono ispirato ai mobiles di Alexander Calder, a partire dallo studio dei materiali e dal loro bilanciamento».
Bagliori, ombre lontane che si aggirano imponenti, movimenti impercettibili colti a distanza, figure che scompaiono e improvvisamente riappaiono baluginando.
Grandi occhi, linee spezzate, branchie, squame, pinne, mandibole mobili e non, animano le sagome di pesci reali e fantastici.
Grazie a lievi movimenti d’aria, si muovono in gruppi compositi o in solitudine, come in una danza, portando l’osservatore a immaginarsi abitante di una realtà sottomarina.
Subacqueo, biologo, ma soprattutto homo faber, Andrea Puccetti studia Alexander Calder. E’ il gioco di equilibrio tra pesi e movimento, unito all’apparente leggerezza con cui il grande artista statunitense unisce le singole forme che lo affascinano.
Taglia lamiere di alluminio, recupera lastre di ottone, seleziona frammenti di rame, di acciaio, li unisce utilizzando microscopiche viti (mai la colla) e con un sapiente lavoro di bilanciamento li trasforma in saraghi, cefali, orate, cernie perennemente in movimento in un mare immaginario. Somiglianti ma diversi come in natura, i singoli esemplari presentano caratteristiche proprie che li rendono unici rispetto ai loro simili e contemporaneamente parte integrante di un gruppo.
Metafora forse del nostro essere, i mobiles di Andrea Puccetti, in cui gioco e ricerca si bilanciano magistralmente, sembrano volere alludere alla leggerezza del nostro esistere sottolineandone, con ironia, l’imprevedibilità.(Laura Mocci)
Realizzata grazie all’entusiasmo di Fabrizio Santiglia, anima della Fish House Art, spazio interamente dedicato al mare nel cuore di Ortigia, l’installazione, curata da Laura Mocci, sarà visibile da giugno a settembre nello spazio antistante la galleria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime