PABLO e PEDRO protagonisti della commedia “Ciao Brother”

Due dei comici di Zelig più apprezzati dal pubblico, una storia all’insegna degli equivoci e delle gag verbali, la magica cornice di Los Angeles: questi gli ingredienti dell’esilarante commedia Ciao Brother di Nicola Barnaba, che dal 9 giugno arriva al cinema grazie a Minerva Pictures, distribuito da Microcinema, e che rappresenta l’esordio da protagonisti sul grande schermo per Pablo e Pedro, che per l’occasione portano al cinema 20 anni di grandi successi, fatti di spettacoli teatrali e programmi televisivi amati da milioni di persone.

Dopo essere emersi nel 1999 grazie al “Seven Show” e essere apparsi l’anno successivo a “Beato tra le donne” (dove affiancavano Natalia Estrada nei panni di due stravaganti bagnini), sono poi stati protagonisti di grandi trasmissioni come “Quelli che il calcio”, “Colorado Cafè Live”, “Maurizio Costanzo Show”, “Buona domenica” e “Domenica In”, per giungere nel tempio della comicità italiana: “Zelig”. Leggi tutto

Domenica le “opinioni di un clown” a Zelig

Domenica 19 aprile lo chansonnier milanese GIANGILBERTO MONTI tornerà sul palco dello ZELIG di Milano  per presentare al pubblico con un concerto-spettacolo il suo nuovo progetto discografico “OPINIONI DA CLOWN”. Per l’occasione saranno presenti degli ospiti d’eccezione tra i quali Nino Formicola, dello storico duo Gaspare&Zuzzurro, e il giovane trio de “I Ciaparatt”, mentre ad accompagnare sul palco Giangilberto ci saranno Paolo Rigotto alla batteria e alle percussioni, Massimo Villa alle chitarre e Roberto Carlotti alla fisarmonica, al bouzouki e al mandolino.

Sono molto contento di portare la mia arte in un luogo ormai storico del cabaret milanese, e non solo – afferma Giangilberto – Nell’occasione, ci tengo a ringraziare di cuore tutti gli amici e colleghi che in questi anni hanno seguito la mia attività. Il cantautore milanese con “Opinioni da Clown” porta in scena un divertente racconto musicale sulla storia del clown, mischiando canzoni originali, aneddoti storici e improvvisazioni sul pubblico. Un concerto-spettacolo da cantastorie ironico che volge lo sguardo alla società attuale, tra re e buffoni che si scambiano quotidianamente i ruoli. Leggi tutto