Swch e il disagio musicale

Swch e il disagio musicale

Ci racconti il tuo singolo?
Reset è il primo tassello del concept “Meta-Morfosi”. Parla dell’incapacità di staccarci da un “Io” artificiale, di disgiungerci dal nostro “Sè digitale”, che inconsapevolmente spesso ci allontana dalla nostra strada, dal nostro “Io” più profondo. Quando ce le accorgiamo è il caso di premere il tasto Reset e ricominciare da capo.

Com’è stato prepararlo?
Molto bello. Mi sono staccato volutamente dal mio genere, ho creato un avatar e mi sono tuffato nella sessione di scrittura di getto. È stato composto lo scorso inverno, durante il lockdown.
Cos’è il disagio digitale?
È ciò che ti provoca una realtà che si distacca dagli usi e costumi a cui siamo abituati. Non è una di quelle esperienze positive che puoi raccontare, è qualcosa di diverso. Ogni tanto mi capita di guardare “fenomeni digitali” che si espongono mediante contenuti “da trend”, diventano Trend ma il prezzo da pagare è spesso alto. Penso a “Youtubo anche io”, per esempio.
Progetti futuri?
A breve uscirà il videoclip di Reset e successivamente tireremo fuori tutto l’album. Poi le date in
giro per cantarlo un po’. Non vedo l’ora!
silvestra sorbera

Lascia un commento