NOT GOOD – il nuovo talento scoperto da EMIS KILLA pubblica venerdì 14 maggio “ERBA NEI JEANS”

NOT GOOD – il nuovo talento scoperto da EMIS KILLA pubblica venerdì 14 maggio “ERBA NEI JEANS”

È disponibile da venerdì 14 maggio “ERBA NEI JEANS” (Epic/Sony Music Italy), l’ep d’esordio di NOT GOOD, recente scoperta dell’hip hop italiano.

 

“ERBA NEI JEANS” costituisce il biglietto da visita ufficiale di NOT GOOD, che fa il suo ingresso nel mercato discografico con un progetto che rispecchia perfettamente il percorso artistico che l’artista ha scelto di intraprendere sin dall’inizio: coerente, consapevole, frutto di perseveranza, impegno e dedizione.

L’artista si muove con disinvoltura tra produzioni più latineggianti e beat più cupi, alternando brani più melodici e introspettivi a pezzi più energici e dirompenti. La sua è una visione del mondo cruda, talvolta spietata, quasi disillusa, una lucida interpretazione della realtà vista con gli occhi di un ventenne che solo con la musica riesce a dar voce al caos di emozioni che lo travolgono: amore, rabbia, voglia di rivalsa, rimorso e rancore.

 

«“ERBA NEI JEANS” è contemporaneamente la fine e l’inizio di un percorso. La fine perché racchiude i brani più importanti per me scritti in questo ultimo anno, l’inizio perché comincia a tracciare una direzione di intenzioni del mio percorso. – racconta NOT GOOD – L’ep spazia a 360° toccando diverse sonorità ma tenendo come denominatore comune una cosa sola: l’importanza delle parole. È il mio primo progetto ufficiale e al suo interno si parla di tutto, come in una grande discussione dove si intavolano svariati concetti senza mai rinunciare alle liriche o alla voglia di sperimentare».

 

“ERBA NEI JEANS” è pubblicato sotto il cappello di Hateful, la nuova “palestra di talenti” fondata e gestita interamente da Emis Killa che, insieme al manager Zanna, con cui collabora attivamente dal 2008, dà il via a un progetto nato per coltivare le nuove realtà e supportare i giovani artisti più promettenti dello scenario musicale attuale mettendo a disposizione il proprio know-how e la propria esperienza. Il rapper, icona dell’hip hop italiano, assume quindi il ruolo di guida che, con entusiasmo e spirito di squadra, mette il proprio bagaglio a disposizione degli altri.

 

La raccolta si compone di brani eterogenei per contenuti e sonorità, che offrono una panoramica a 360° di NOT GOOD e dello stile musicale con cui si è progressivamente distinto nella scena musicale italiana, diventando uno dei portavoce più talentuosi della nuova generazione hip hop. L’ep giunge a poche settimane dalla pubblicazione del singolo “Mai più” feat. Emis Killa e Rizzo, un brano intenso da cui emergono la fame, la voglia di rivalsa e la determinazione che hanno permesso all’artista di andare avanti anche nei momenti in cui sembrava non ne valesse più la pena.

 

In poco meno di un anno NOT GOOD ha saputo imporsi con la sua musica, caratterizzata da uno stile cupo e da una scrittura tagliente, e ha suscitato l’attenzione dei più importanti nomi dell’hip hop italiano grazie al successo dei singoli “Qualche G”, uscito nel 2020, e “Killer” feat. Mostro, con cui ha dato il benvenuto al nuovo anno. Tra le icone del rap che hanno creduto in lui sin dall’inizio spicca Emis Killa, che ha deciso di inserirlo nella deluxe edition di “17” con “Il seme del male RMX”, brano con cui NOT GOOD ha acquisito sempre più credibilità e ha dimostrato ulteriormente di possedere il talento e la personalità necessari per distinguersi dalla massa.

 

Biografia

NOT GOOD, pseudonimo di Jari Melia, è un rapper italiano classe 1997. Muove i suoi primi passi nel mondo del rap nel 2012, all’età di 15 anni, interessandosi ai primi contest di freestyle e frequentando il Muretto, luogo simbolico della scena rap milanese. Inizia a pubblicare i suoi primi mixtapes in maniera indipendente su YouTube per qualche anno. L’incontro con Emis Killa e Zanna consolida il suo percorso e con la “benedizione” dei suoi mentori nel 2020 pubblica “Qualche G”, il suo primo singolo ufficiale prodotto da Phra Crookers e Nic Sarno.

silvestra sorbera

Lascia un commento