Laura Locatelli ovvero la moglie del Milanese Imbruttito. Ecco cosa ci racconta

Laura Locatelli ovvero la moglie del Milanese Imbruttito. Ecco cosa ci racconta

Laura Locatelli sarà al cinema con il suo nuovo film dal titolo “Mollo tutto e apro un chiringuito”, con lei anche il Milanese Imbruttito.

Ecco cosa ci racconta.

Laura ci racconti di questo nuovo film?

“Mollo tutto e apro un chiringuito” è una frase ricorrente per chi vive immerso nella frenesia della metropoli. Si dice spesso ma poi chi lo fa davvero? Ecco, nel film diventa realtà per il Sig. Imbruttito che dopo una delusione lavorativa stenta a riprendersi, e quindi accetta la proposta di un amico di “fare business in infradito” vista mare. E che mare: è la splendida Sardegna lo scenario di questa avventura. Ovviamente le cose si rivelano un po’ diverse da quanto immaginava il Sig. Imbruttito. Io, ovvero sua moglie Laura, insieme a suo figlio, ovvero il “Nano”, lo aiuteremo a svoltare le sorti del chiringuito e di quello che sembrava tutto fuorché un buon affare.

Un lungometraggio con il Milanese imbruttito. Com’è stato?

Beh, per me è stato un set favoloso. Non solo abbiamo girato in luoghi meravigliosi (bella Milano eh, ma trovarsi a giugno nel sud-ovest della Sardegna, con un clima perfetto, è stato impagabile), ho anche condiviso il set, oltre che con i colleghi di sempre, con i quali mi diverto ancora come fosse la prima volta, anche con attori, attrici e decine di professionisti davvero strepitosi. È stata una esperienza ottima sia sul lato umano che professionale. Avere l’occasione poi di far vivere il mio personaggio in una storia più articolata rispetto ai video brevi che escono online, è stato divertente e anche una bella sfida. Mi direte poi come sono andata!

Quali sono i tuoi progetti per natale? 

Sesso, cibo e rock and roll. (Ride). Scherzo, ma neanche tanto. Mi godrò famiglia, amici e spero anche tanto ma tanto relax. È stato un anno molto intenso.

Al nuovo anno pensi già? 

Guarda, sto rifacendo proprio in questi giorni la mia lista dei 101 desideri come suggerisce un libro che ho letto anni fa. È un esercizio che trovo prezioso: ogni tanto sintonizzarsi con i propri desideri, chiarirli e dichiararli ti fa “prendere la mira” guardando al futuro. Poi però metto via il quaderno dove ne prendo nota, non ci penso troppo e vivo il presente. Non pianifico molto. Lascio fare alla Vita. La cosa che mi auguro è tornare poi tra un anno o anche di più, a rileggere quell’elenco dei desideri per scoprire che molti si saranno avverati e che, per tutti gli altri, sarò spero sulla buona strada.

Dove ti vedremo dopo questo film? 

I video web nel ruolo da moglie imbruttita stanno continuando, vedremo poi quali invece, tra i desideri professionali nel mio elenco sopra, diventeranno realtà. Mi auguro di capitare nuovamente sia sul grande schermo sia su qualche palco teatrale con dei personaggi femminili fuori dagli stereotipi.

silvestra sorbera

Lascia un commento