Firenze (Canzone triste) di Graziani reinterpretata dai Laika Vendetta

Firenze (Canzone triste) di Graziani reinterpretata dai Laika Vendetta

Laika Vendetta reinterpretano nella loro chiave personale la celebre canzone di Graziani, dandole una forte vena rock. Il videoclip è la narrazione verticale di due storie, quella del cantautore che racconta e quella della protagonista che viene raccontata. Gli stessi anni, la stessa storia, vissuta in due, in un’ ambientazione onirica in cui passato e presente sono compresenti e si influenzano. La traccia del ricordo rimane e il cantautore intraprende con la protagonista del video un viaggio verso il ricordo, per andare a cercare oltre la percezione del sé e dell’altro. Un mondo di rappresentazione, evocazione di emozioni, sentimenti vissuti. Abitare la musica e le immagini per accorgersi di quello che si fa, per cogliere lo spettatore sul particolare e invitarlo a guardare, più che vedere, per mantenere un linguaggio vicino a quello onirico. Il video è girato in un unico piano sequenza tra le stanze e i corridoi dell’Hotel Doge di Alba Adriatica. Un luogo di passaggio, una dimora ideale per un viaggio tra mondo percettivo della persona e contesto di appartenenza. La dimensione temporale in cui si svolge la decostruzione emotiva e cognitiva è evidenziata, oltre che dal piano sequenza, anche dalla scenografia surreale di Angelica Lupi, dalla fotografia di Paolo Sorgi e la post produzione di Ermanno Di Nicola.

Guarda qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=ZMIoLFkLsY0

Registrato da Marco Ferrante e mixato da Manuele Fusaroli (ad eccezione della title track mixata dallo stesso Marco Ferrante),  “Le Tue Fobie”  è il naturale proseguimento e conclusione del percorso avviato con “Elefanti In Fuga” (2014), registrato e mixato dallo stesso Manuele Fusaroli, prima di un nuovo inizio, un nuovo disco, su cui i Laika Vendetta hanno già cominciato a lavorare.

Il sound è essenziale, diretto e imponente e conferma l’identità della band, con un largo uso di cori, una voce tra il melodico e il graffiato, una sezione ritmica serrata e decisa, un basso crudo e possente e le chitarre essenziali, ma anche armoniose e taglienti.

silvestra sorbera

Lascia un commento