Edoardo Buscetta: “Per colpa della mafia sono morti molti uomini che volevano che si facessero le cose giuste” | Gocce di spettacolo

Edoardo Buscetta: “Per colpa della mafia sono morti molti uomini che volevano che si facessero le cose giuste”

Edoardo Buscetta, il giovane Salvatore della fiction “La mafia uccide solo d’estate” ci racconta il suo esordio, le sue passioni e la sua città, Palermo.

Edoardo quando hai iniziato a recitare?

Se proprio dobbiamo essere precisi la mia prima esperienza di recitazione è stata una recita scolastica dove facevo capitan uncino. In realtà a quatto anni ho interpretato il polpo nella sirenetta.. Vabbè… torniamo seri…. Recitare in questa fiction è stata la mia prima esperienza.

Cosa ti affascina?

Il poter interpretare un personaggio che non è identico a me… Anche se un po’ ci somigliamo.

Sei il protagonista, per la seconda volta della serie La mafia uccide solo d’estate. Come cambia Salvatore?

In questa serie essendo più grande, sono consapevole dei problemi che circondano me e la mia famiglia.

E tu? Che ragazzino sei?

Sono un ragazzino come tanti: vado a scuola, ho tanti amici e faccio tanto sport.

La serie racconta una vita a te sconosciuta. Cosa provi nell’interpretare un passato così lontano?

Attraverso la recitazione ho conosciuto un periodo che non conoscevo, molto diverso da oggi, ad aiutarmi ci ha pensato il mio dialog-coach Daniele Pillied anche i miei genitori che mi hanno parlato molto di quel tempo.

Come descriveresti la mafia?

La mafia è vivere nell’illegalità, non rispettare mai le regole. Per colpa della mafia sono morti molti uomini che volevano che si facessero le cose giuste.

E la Palermo di oggi?

Palermo è una città bellissima, piena di monumenti c’è il mare però, purtroppo, ci sono anche dei problemi è una città molto caotica e c’è molto disordine. Io comunque sono felice di viverci, mi piace molto passeggiare per le sue vie con i miei genitori e scoprire i tanti tesori di questa città.

Altri progetti?

A 12 anni, quasi 13, ho tanti sogni più che progetti, sicuramente mi piacerebbe continuare a recitare. Allo stesso tempo non potrei mai abbandonare i miei due sport preferiti: il calcio  e la pallanuoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime