Barbati: “Cerco sempre di mescolare le influenze dei vari generi”

Barbati: “Cerco sempre di mescolare le influenze dei vari generi”

Emanuele Barbari ci racconta il suo nuovo disco che ha del singolare.
Non è solo musica ma è ricordo della prima ondata di pandemia ma anche traccia personale di quanto vissuto negli ultimi due anni.
Emanuele, un disco particolare?

“Mentre fuori arrivano i lupi” è un disco particolare per due motivi, il primo è che fare uscire un disco durante una pandemia per noi è stata una sfida, non potevamo aspettare che finisse questo periodaccio per tutti e in maniera
particolare, lavorativamente parlando, per il settore musicale. Quindi abbiamo deciso che il momento buono sarebbe potuto non arrivare e dunque abbiamo deciso di uscire col disco che, come secondo motivo, già di per sé era una sfida visto che attualmente i servizi di streaming spingono moltissimo sulle uscite dei singoli più che sugli album interi. Ma è sicuramente un disco a cui tengo moltissimo perché, credo, mi racconta bene e racconta bene ciò che ho fatto, visto e vissuto in questi ultimi due anni.
Musica per beneficenza. Come hai scelto questa associazione?
Ho sempre pensato che un artista abbia il dovere di dover raccontare e dare risalto a dei progetti eticamente sostenibili. Una volta deciso il nome del titolo ho pensato che la cosa migliore sarebbe stata associarlo ad un importante progetto di sostenibilità e salvaguardia ambientale. Ne ho parlato col WWF Italia che ha subito accolto con piacere ed interesse la partnership etica. Il lupo in questi anni in Italia, nonostante stia tornando a ripopolare i posti dal quale era stato brutalmente cacciato, resta comunque un animale a rischio ed è per questo che sostenere il progetto del WWF “SOS Natura d’Italia”. Per me è di grande orgoglio.
Un progetto particolare per le donne e le ragazza più deboli?
Sì, uno dei brani del disco sostiene il progetto di Amref Italia per l’istruzione femminile, in maniera particolare abbiamo sostenuto e sosteniamo il liceo medico femminile a Maridi in Sud Sudan dove c’è la percentuale più bassa al mondo di accesso all’istruzione per le donne.
Il tuo album ha nuove sonorità?
Cerco sempre di mescolare le influenze dei vari generi che ascolto e che mi piacciono, quindi sì, ci sono più sonorità e più generi uniti da alcuni suoni che fanno da filo conduttore all’intero album.
Progetti estivi?
Facciamo delle date di presentazione anche se suoneremo in giro di più in autunno, o almeno così si spera. Poi spero di tornare presto in studio con le nuove canzoni.

 

silvestra sorbera

Lascia un commento