Torino: a novembre il FESTIVAL CLUB TO CLUB 2018 | Gocce di spettacolo

Torino: a novembre il FESTIVAL CLUB TO CLUB 2018

Torna Club To Club, il festival avant pop che quest’anno celebra la diciottesima edizione, dal 1 al 4 novembre a Torino. Il festival diventato un punto di riferimento per la scena internazionale e riconosciuto da pubblico e critica come uno dei più importanti appuntamenti nel panorama mondiale, quest’anno porterà in Italia una line up artistica d’eccezione ricca di esclusive e performance di altissimo livello. Per la prima volta nella sua storia il 25% del pubblico sarà straniero.

Tra i nomi annunciati il geniale Aphex Twin, l’artista che ha rivoluzionato la scena musicale negli ultimi 30 anni, per la sua unica data italiana, le performance in esclusiva per l’Italia di Beach House, Jamie xx, Iceage, Blood Orange, David August, Vessel, Leon Vynehall, Robin Fox, Serpentwithfeet, Tirzah, Yves Tumor, i set di Peggy Gou, Avalon Emerson e molti altri.

Elena Colombi, Silvia Kastel, Bienoise, Mana, Primitive Art , Gang of Ducks e Palm Wine sono i rappresentanti di The Italian New Wave (ITNW), il format di Club To Club che promuove la nuova creatività musicale italiana nel mondo attraverso showcase ed iniziative uniche.

Nell’anno del raggiungimento della maggiore età, la proposta è come sempre articolata per poter rappresentare al meglio tutte le sfaccettature del contemporaneo nella musica e dare vita a un’edizione che si preannuncia ancora una volta senza precedenti: quattro giorni da vivere in alcune delle location più iconiche e affascinanti della città, dagli spazi rinnovati delle Officine Grandi Riparazioni (giovedì 1 e sabato 3) alla maestosa Reggia di Venaria (domenica 4), passando per i padiglioni post-industriali del Lingotto (venerdì 2 e sabato 3), oltre al domenicale block party “Club Palazzo” a Porta Palazzo (domenica 4).

Il Festival ha dimostrato negli anni di riuscire a dialogare con istituzioni di rilevanza nazionale, come testimoniato dal contributo accordato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali tramite il Fondo Unico per lo Spettacolo.

Tema di questa edizione è “La luce al buio, ispirata dal set di Nicolas Jaar dello scorso anno, in cui l’artista cileno ha suonato un edit de “L’ombra della luce” di Franco Battiato unito a un’intervista al Maestro. “Quest’anno il tema è molto poetico” ha dichiarato il direttore artistico Sergio Ricciardone, “in fondo è quello che facciamo da anni: portare la luce al buio vuol dire anche realizzare uno show, accendere di vita uno spazio che fino a qualche ora prima era vuoto”.

La diciottesima edizione di Club To Club rappresenta un traguardo importante per un Festival che negli anni ha saputo crescere ed affermarsi come una realtà artistica unica sia in Italia che all’estero. Anima del festival la capacità di leggere e intercettare i movimenti musicali e culturali proponendoli al pubblico di appassionati prima che divengano fenomeni di massa. Il cuore di Club To Club è maggiorenne, ma sempre curioso e alla scoperta di nuovi flussi. Ripercorrendo la storia del più longevo festival di nuovi suoni in Italia tre sono le fasi più significative: il 2002 è l’anno di nascita di un appuntamento incentrato sulla club culture e basato su un circuito di club a Torino. Nel 2007 il Festival atterra al Lingotto e inizia a crescere aprendosi ad altri generi e sottogeneri musicali e cercando luoghi sempre più straordinari. Dal 2014 ad oggi Club To Club compie la sua evoluzione e diviene avant pop, coprendo uno spettro musicale che va dall’avanguardia dei suoni a fenomeni di massa italiani e internazionali. Da un lato un programma di musicisti pop che, con il loro percorso musicale atipico, sono stati pionieri e hanno cambiato i connotati della scena per sempre tra cui Franco Battiato, Thom Yorke, Kraftwerk e ora Aphex Twin, dall’altro un programma che spinge artisti che stanno contribuendo a creare il suono del futuro. E così i luoghi attorno a cui ruota Club to Club vogliono rappresentare tre aspetti storici della città, quello più regale alla Reggia di Venaria, quello post-industriale al Lingotto e alle OGR e, infine, quello urbano, al Balon, storico mercato delle pulci di Torino che si va ad aggiungere agli spazi dove vivere questa straordinaria esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime