Sandro Giacobbe racconta i suoi progetti | Gocce di spettacolo

Sandro Giacobbe racconta i suoi progetti

sandro Giacobbe ci racconta il suo nuovo singolo “Solo un bacio”.

Untesto potente e pieno di amore per il prossimo.

Sandro il tuo singolo “Solo un bacio” è a favore dei bambini che hanno perso i genitori ad agosto quando è caduto il Ponte Morandi. Una scelta di cuore. Da dove è nato questo bisogno?

Non si tratta di un bisogno, direi piuttosto che si tratti di un’abitudine. Sono trentanove anni che con la nazionale italiana cantanti portiamo avanti iniziative benefiche a favore dei bambini e delle perosne meno fortunate di noi. sapere che il crollo del ponte ha tolto il papà a 11 bambini non mi ha lasciato indifferente e mi sono mosso immediatamente per aiutarli. Infatti stiamo consegnando già i primi 14.000,00 euro raccolti, L’intenzione è quella di continuare a farlo con i proventi delle vendite del brano e con i primi due concerti che farò in Liguria questa primavera.

Una delle tante tragedie. Cosa ti ha lasciato quel 14 agosto?

Incredulità per una cosa che era per tutti inaspetatta. Quel giorno ero in Calabria e la notizia, appresa dapprima dai medie e poi dagli amici, mi ha sconvolto!. Oggi c’è un vuoto incolmabile provocato da una ferita che stenta a rimarginarsi per la grande tristezza che ci ha dato.

Hai in programma un nuovo album? Di cosa tratterà?

Si, ho in programma un album tutto nuovo, che seguirà l’impronta etnica di “Solo un bacio”, per continuare a scrivere seguendo le mie origini genovesi. In “Solo un bacio” infatti c’è un rff in dialetto genovese che per ora non voglio abbandonare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime