Mariolina Venezia: La mia Imma ha dei lati bui come tutti noi | Gocce di spettacolo

Mariolina Venezia: La mia Imma ha dei lati bui come tutti noi

Tra le novità del palinsesto Rai troviamo la serie Imma Tataranni ideata dalla scrittrice Mariolina Venezia.

Si aspettava questo successo?

Bè, quando si crede in qualcosa, quando si lavora per qualcosa si spera sempre.

Imma è una donna molto forte, quasi diversa dai soliti personaggi?

E’ un personaggio complesso come complesse sono le persone. Ognuno di noi ha i suoi punti di forza, i suoi punti deboli e le sue linee d’ombra. Ecco Imma ha tanti punti oscuri, tanti lati bui che però la rendono simpatica al pubblico.

Si è spesso detto un “Montalbano al femminile”. Come sente quest’affermazione?

Non mi trovo particolarmente d’accordo con questa frase. Credo che Montalbano sia un  personaggio molto più stilizzato io invece volevo creare qualcosa di più vero, di più realistico. Se proprio devo trovare una similitudine o dire un autore che mi ha ispirata cito Petros Markaris e il suo Commissario Charitos.

Imma le somiglia?

Le sempre un Pm io! (ride). E’ una domanda che mi fanno spesso e che mi fa sorridere. I lettori cercano sempre delle similitudini con l’autore ma devo ammettere che lei non mi somiglia, è normale che si possa attingere dalla propria vita o da fatti e persone conosciute ma dire che ci somigliamo, questo no.

In comune avete la Basilicata

Sì. Nel primo romanzo “Come piante tra i sassi” si introduce il personaggio e anche la Basilicata così come i suoi abitanti che, proprio come le piante tra i sassi, riescono a sopravvivere, a sopportare di tutto e comunque a farcela. Ecco sono persone resilienti, così come lo è Imma Tataranni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime