La nuova stagione del Teatro I | Gocce di spettacolo

La nuova stagione del Teatro I

La stagione 2017/18 di Teatro i inizia anche quest’anno con il format di successo Città Balena: il teatro che fagocita la città. Per il quarto anno consecutivo Teatro i propone, con il sostegno di Fondazione Cariplo, un nuovo modo di programmare la stagione: spettacoli realizzati in spazi non teatrali, accostamenti inediti e incontri inaspettati.

L’edizione di settembre di Città Balena prevede 11 giorni di programmazione, 3 compagnie in scena, di cui due produzioni, un evento di inaugurazione e presentazione della stagione 2017/18.

 

Si comincia il 15 settembre con Soundpaint your City: una serata di festa e musica per inaugurare la nuova stagione di Teatro i spalancando le porte del teatro verso la città. Attraverso la tecnica del Soundpainting, il coro di voci bianche piccolo SPICH diretto da Giancarlo Nino Locatelli, realizzerà un gioco musicale per il pubblico di Teatro i. Il Soundpainting è un metodo di composizione istantanea: il direttore, attraverso un repertorio di gesti codificati, comunica con i performer. In questa struttura fluida si innesta il dialogo con il regista Renzo Martinelli, direttore artistico e fondatore di Teatro i, che ha scelto questo “strumento” per proseguire un percorso di apertura a nuove forme di espressione artistica pluridisciplinare.

 

Debutta il 16 settembre il nuovo lavoro di collettivo snaporaz: Heartbreak Hotel / Taccuino dʼappunti n°1 / La camera di Daisy e Douglas. Collettivo snaporaz prosegue il suo lavoro di ricerca, esplorando una nuova stanza dell’albergo misterioso in cui fantasie letterarie, deliri amorosi e meraviglie del sovrannaturale si fondono senza soluzione di continuità. Teatro i produce questo nuovo episodio del progetto: un evento per pochissimi spettatori, a cui sarà affidato il compito di svelare un mistero.

 

 

Il 18 e il 19 settembre la compagnia teatrale Alma Rosè, 20 anni di impegno civile e Ambrogino d’oro 2016, per la prima volta a Teatro i con Playlist, uno spettacolo teatrale pensato espressamente per gli spazi e il pubblico del teatro. Tra canzoni e storie, un racconto su Milano che ben si adatta allo spirito e all’atmosfera di Città Balena: gli spettatori infatti potranno creare la propria personale playlist, interagendo con gli attori e improvvisando il percorso della serata.

 

Dal 20 al 25 settembre Coperte Strette racconta la storia di una Medea contemporanea in Si stava meglio #3 – Nostra Medea. Una donna straniera, che per amore di un uomo lascia la sua terra in guerra. Abbandonata e senza nulla da perdere concepisce un tragico disegno per il quale sarà disposta a sacrificare tutto, anche i propri figli. Una giovane compagnia milanese che Teatro i vuole sostenere e accompagnare nel percorso di rilettura del classico e di attenzione alla contemporaneità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime