Frammenti: “La migliore risposta nei momenti più duri è sempre non abbattersi”

Frammenti: “La migliore risposta nei momenti più duri è sempre non abbattersi”

Frammenti, una band umbra che racconta in musica il periodo che abbiamo vissuto tra chiusure e restrizioni.
Ragazzi il vostro nuovo album racconta quello che stiamo vivendo?
Esatto. Il nostro nuovo singolo, nato durante i mesi del primo lockdown, racconta la speranza che un periodo del genere finisca al più presto. Abbiamo subito tutti quanti enormi cambiamenti nel nostro stile di vita e ci siamo dovuti  adattare nuovamente adun mondo che sotto alcuni punti di vista non avevamo ancora affrontato.
Tra i tanti, i lavoratori dello spettacolo, sono stati penalizzati dalle restrizioni covid. Come state reagendo?

È un argomento che ci tocca molto da vicino poiché il nostro chitarrista Federico lavora nel mondo dello spettacolo da molti anni e come molti altri lavoratori ha subito in prima persona gli effetti della pandemia che hanno danneggiato questo settore. La rabbia e la sofferenza di questo periodo hanno aiutato a far nascere “Un Attimo” nella speranza che in un attimo tutto torni come era prima. Le aperture che abbiamo visto da settembre e la ripresa dei live ci fanno ben sperare.
Il vostro è un grido d’aiuto o di battaglia?
Sicuramente di battaglia, all’inizio è stato difficile, ma la migliore risposta nei momenti più duri è sempre non abbattersi e tirare fuori quella carica in più di energia che più fa la differenza nel lungo periodo. E per noi questa energia è scrivere canzoni, condividerle e suonarle dal vivo in ogni occasione possibile, è solo così che
riusciremo ad andare oltre la battaglia.
Altri progetti?
Attualmente siamo al lavoro in studio per produrre il nostro nuovo singolo. Stiamo anche cercando di organizzare qualche esibizione dal vivo prima della fine del 2021. Se volete rimanere aggiornati vi invitiamo a seguirci sulle nostre pagine social: Instagram e Facebook @frammenti.music, Twitter @frammentimusic e YouTube
FrammentiVEVo
silvestra sorbera

Lascia un commento