Due paroline con Roberta Di Mario | Gocce di spettacolo

Due paroline con Roberta Di Mario

Illegacy”, il nuovo progetto discografico della pianista e compositrice Roberta Di Mario che oggi si racconta e ci racconta il suo futuro.

 

Roberta ci racconti il tuo nuovo progetto?

Illegacy è il mio viaggio di ritorno verso casa, verso la musica strumentale e nuovamente verso il pianoforte. 10 songs da me scritte ed  eseguite. Arrangiate insieme alla maestria di Cristian Bonato e Federico Mecozzi. Etichetta Warner Music. Sono molto soddisfatta del risultato, Illegacy è un progetto maturo, che mi rispecchia profondamente e completamente. Unito alle 10 songs c’è un progetto di immagini e di videoclip (delle quali cinque già in rete) che proiettano immediatamente l’ascoltatore in una dimensione di bianco, nero e colore, tipicamente cinematografica. D’altronde la musica è l’altra metà del cinema.

 

A quale testo sei più legata?

Amo intensamente la mia musica, trovo sano tutto questo, ma sì, ho i miei brani favoriti. Senz’altro Duende, terza track dell’Album, è un brano che mi rappresenta tantissimo, nel respiro, nel ritmo e nell’inquietudine della melodia e dell’armonia. Il Duende è quella cosa che non si può spiegare, quella parte di noi un po’ nascosta, ma che rivela la parte forse più autentica e pericolosa di se stessi. Quel fuoco interiore che bisogna accendere. Quella parte che può fare la differenza nella vita e in campo artistico in una performance grandiosa. Abbiamo girato il videoclip di questo brano a Parigi, la città perfetta e ferita.

 

Pianista e compositrice. In quale veste ti senti più a tuo agio?

In entrambe, perché coincidono. Chiudo gli occhi e suono e scrivo, in uno stato naturale. Senz’altro scrivere porta ad emozioni ancora più forti e potenti ed io sono sempre alla ricerca di emozioni.

 

Quali altri progetti di aspettano in vista del natale?

Si parte con un piccolo tour negli store Feltrinelli e si prosegue con una serie da date, l’agenda si sta riempiendo. Nel frattempo si continua a scrivere, non ci si ferma mai, proiettati nel futuro, cogliendo il massimo dal presente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime