Dal 22 novembre al cinema “La Notte è piccola per noi” | Gocce di spettacolo

Dal 22 novembre al cinema “La Notte è piccola per noi”

Metti un sabato sera in balera, scandito da balli che prendono vita sulle note delle più famose canzoni italiane, appositamente rivisitate e rinfrescate da una band giovane e talentuosa; aggiungi un mix impazzito di personaggi borderline, dalle tante e diverse sfaccettature, e mescola il tutto con una dose di sano e delicato humour. Ne viene fuori una commedia ironica, colorata, a tratti profonda, uno spaccato divertente e divertito sulla società e sui tempi che stiamo vivendo, leggera ma mai superficiale.

Diretto dal regista Gianfrancesco Lazotti e prodotto da Ad Hoc Film con Rai Cinema, “La Notte è piccola per noi – Director’s Cut” è un film corale interpretato da numerosi volti e talenti del cinema italiano, uniti da una reale e profonda adesione al progetto: Cristiana Capotondi, Michela Andreozzi, Francesca Reggiani, Teresa Mannino, Andrea Sartoretti, Thony e gli STAG, Francesca Antonelli, Riccardo De Filippis, Giselda Volodi, e la partecipazione straordinaria di Alessandra Panaro e Philippe Leroy, solo per citarne alcuni. Tutti artefici di situazioni divertenti e leggere, paradossali e tragicomiche, cadenzate da dialoghi e siparietti spassosi, sullo sfondo di una balera e delle sue mille opportunità. Come spiega l’autore, Gianfrancesco Lazotti: «Una sala da ballo alla periferia di Roma è il teatro di questo racconto d’incredibile attualità, un luogo che non invecchia mai perché non concede nulla alla provvisorietà delle mode; non fa tendenza e quindi non esclude nessuno, non ci sono obblighi formali e nemmeno zone vip, ci si va vestiti come si vuole e se non sai ballare fa lo stesso perché in pista si pratica il “ballo sociale”, una formula democratica che impegna tutti a seguire la stessa sequenza di passi. Gente semplice, per lo più. Facce di ogni età, dai venti agli ottanta, qualcuna segnata, qualcun’altra ritoccata, espressioni divertite, tragiche o afflitte da pesi, che per una sera verranno provvisoriamente accantonati. La sala da ballo è l’osservatorio popolare che abbiamo scelto per gettare uno sguardo in giro, ai tempi che stiamo vivendo».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amazon Prime