Mostre | Gocce di spettacolo

Category Archives: Mostre

Da ieri aperta la mostra “Doppio senso”

Roberto Di Costanzo ed Ettore Greco, due forme di arte diverse: il primo disegna, l’altro scolpisce. Stili quasi paralleli, ma che si intersecano lungo il sentiero che conduce alla verità. China, gesso, bronzo e terracotta: non è il materiale ad essere importante, quanto la ricerca e la voglia di indagare il vero, anche nell’imperfezione. Perché l’arte è bellezza, e la vera bellezza, secondo gli artisti, si nasconde nel difetto.

LUCIA BOSÈ: in mostra le sue creazioni di découpage

Dal 2 dicembre al 14 gennaio 2018 la celebre attrice e artista milanese LUCIA BOSÈ esporrà le proprie opere in “PIATTI”, una mostra di quaranta opere di découpage, presso la storica bottega di Giovanni Galli a MILANO (via Victor Hugo 2).

“Tempo sospeso” in mostra a Roma fino a novembre

Un caleidoscopio di colori, un tripudio di forme, un’esplosione di energie e di rimandi alle principali correnti stilistiche del Novecento. Confini netti e pennellate sicure, tra il detto e il semplicemente espresso, con colori caldi che rompono il silenzio, e con rimandi più o meno taciti alla natura, alla vita, alla quotidianità. Un omaggio anche al cinema, ai grandi miti senza tempo, con opere a colori che omaggiano chi abbiamo conosciuto e amato soprattutto in bianco e nero, come Charlie Chaplin e Federico Fellini.

“Tempo sospeso” la mostra curata da Roberta Cima

Un caleidoscopio di colori, un tripudio di forme, un’esplosione di energie e di rimandi alle principali correnti stilistiche del Novecento. Confini netti e pennellate sicure, tra il detto e il semplicemente espresso, con colori caldi che rompono il silenzio, e con rimandi più o meno taciti alla natura, alla vita, alla quotidianità.

“Human Landscapes” in mostra a Roma

Segni, tratti, identità, attraverso tecniche miste, tra gessetti e chine. Un panorama di emozioni espresse dal corpo, con il corpo, per il corpo. Fisici senz’anima e anime senza fisico; corporeità che si muovono tra realtà e sogno; bellezze approssimative ma che si definiscono collegandosi alla propria quotidianità. Un corpo che diventa paesaggio dell’anima, un’anima che si sublima nella sua frammentarietà.

“Human Landscape”, a Roma fino a metà Novembre

Segni, tratti, identità, attraverso tecniche miste, tra gessetti e chine. Un panorama di emozioni espresse dal corpo, con il corpo, per il corpo. Fisici senz’anima e anime senza fisico; corporeità che si muovono tra realtà e sogno; bellezze approssimative ma che si definiscono collegandosi alla propria quotidianità. Un corpo che diventa paesaggio dell’anima, un’anima che si sublima nella sua frammentarietà.

Amazon Prime