Interviste | Gocce di spettacolo | Page 2

Category Archives: Interviste

Shi Yang Shi tra Italia e Cina, tra spettacolo e cultura

Shi Yang Shi, autore e attore, ci racconta del suo romanzo autobiografico edito dalla Mondadori dal titolo “Cuore di seta: La mia storia italiana made in China” e dei prossimi progetti

Shi ci racconti del tuo libro?

Certo! E’ il primo libro autobiografico scritto da un cinese d’Italia ed è la mia opera prima. Mondadori ha creduto in me e mi ha chiesto di raccontarmi, per dare un punto di riferimento alle seconde generazioni tutte, ma anche ai giovani “italiani italiani”, quelli autoctoni e abbiamo affrontato anche la delicata questione della sessualità.
Rispetto allo spettacolo “ArleChino: traduttore e traditore di due padroni”, che pure rielabora la mia identità duale di un cittadino italiano d’origine cinese, è più intimo e concentrato nel racconto dell’infanzia in Cina e dell’adolescenza in Italia, fino a toccare brevemente l’età adulta.

Claudia Gusmano: “Sono una donna felice e spero di esserlo sempre”

L’attrice Claudia Gusmano è al momento in teatro con lo spettacolo “Mozza” ma, ha anche preso parte alla serie della TaoDue “Liberi Sognatori” interpretare la moglie di Riina.

Ecco cosa ci racconta.

Claudia ci parli dello spettacolo “Mozza”?

Mozza é una ragazza che vive in mare perché sulla terra ferma le viene diagnosticato il mal di mare in terra. È un diamante grezzo, pulito, disarmante. Mozza è un cuore spalancato che può contenere molto di più di quello che la sua razionalità le fa credere. E’ uno spettacolo scritto di getto  e con amore.

Fabrizio Ferracane: “E’ stato un onore interpretare il giudice Borsellino”

Fabrizio Ferracane, attore siciliano di razza, sarà tra i protagonisti del film della TaoDue “Liberi sognatori” ispirato alla vita di Emanuela Loi, l’agente della scorta di Paolo Barosellino che perse la vita insieme al giudice. All’interno del film troveremo un Ferracane diverso dal solito, interpreterà il giudice Borsellino, un giudice nuovo, diverso da quello che siamo abituati a vedere.

Fabrizio tra poco ti vedremo nel ruolo del giudice Borsellino nel film su Emanuela Loi. Da siciliano com’è stato interpretare il giudice?

Francesca Vitale tra tribunali e teatro

 Francesca Vitale, adesso a teatro con Virginedda Addurata di Giuseppina Torregrossa ci racconta dello spettacolo ma anche delle donne.

Francesca dai tribunali al palcoscenico. Come mai?

In realtà non c’è mai stato un passaggio dall’uno all’altro. Le due realtà coesistono da sempre in modo naturale. Sin dalla mia formazione.

 

Lo spettacolo “virginedda adurata” racchiude un tema complesso. Cosa ci puoi dire?

Il tema del femminicidio è certamente complesso ma le tematiche di “Virginedda Addurata” sono diverse. Di certo è molto importante l’uso improprio della religione, che santa Rosalia, piccata, non si astiene dal criticare, ed anche il rapporto simbiotico tra bene e male, aspetto che si cela tra le pieghe occulte e meno comprensibili della violenza dell’uomo sull’uomo.  

 

Franco J Marino e il suo nuovo mood musicale

Ritorna nostro ospite il cantante Franco J Marino che ci parla del suo nuovo progetto discografico.

Franco cosa intendi per Napolatino?

Buongiorno! Innanzitutto è un piacere per me tornare a dialogare con Goccedispettacolo.  Per “Napolatino” intendo una chiave ritmica originale, un nuovo mood, creato in collaborazione con il maestro Mauro Malavasi, capace di unire due mondi: quello napoletano e quello latino. Quando dico mood non è soltanto la fusione di due generi musicali, ma di due culture diverse che però hanno in comune l’approccio verso la vita e la musica. Sentivo il bisogno di coniugare la mia poetica con la danza. Quando si scrive è per amore ma anche per sofferenza; sia la gioia che la sofferenza si possono esprimere con il corpo e quindi con la danza. Il Napolatino è un Groove che unisce le forchette alle percussioni, alle chitarre e al contrabasso suonati come percussioni e all’elettronica. Infatti il suono portante di tutto l’arrangiamento, se avete sentito, è una sorta di scacciapensieri elettronico, suono studiato e curato per mesi in studio.

Frances Alina Ascione: “Essere un po’ folli è proprio il modo per superare situazioni più difficili e scomode”

Frances Alina Ascione ci racconta il suo nuovo disco tra presente e futuro all’interno di una vita tra Italia e America.

Frances approdi con il tuo primo singolo. Sensazioni?

Sono molto entusiasta del mio nuovo singolo e non vedevo l’ora che uscisse. Lavorare sulla mia musica originale è una cosa che per me è molto importanrte e che fino a poco tempo fa non avevo realmente mai fatto. Ne sentivo fortemente il bisogno…come interprete mi sono sempre fatta conoscere interpretando brani di altri artisti, ma lavorare in studio ora e tirare fuori quello che ho dentro è una cosa che mi fa stare molto bene e sta diventando una priorità. 

Amazon Prime