2016 maggio | Gocce di spettacolo

Monthly Archives: maggio 2016

Disponibile il nuovo album di Mimmo Locasciulli

È disponibile “PICCOLI CAMBIAMENTI(Believe Digital), il nuovo doppio album con cui il cantautore MIMMO LOCASCIULLI celebra i suoi quarant’anni di carriera, rispolverando vecchi brani rivisitati appositamente per l’occasione, arricchiti da un inedito, che dà anche il titolo al disco.

L’album è stato anticipato dal singolo “CONFUSI IN UN PLAYBACK”, attualmente in rotazione radiofonica, brano del 1985 che Locasciulli interpreta, questa volta, con LUCIANO LIGABUE e il cui video è online sul canale ufficiale YouTube dell’artista al link https://youtu.be/ZVk6-5hiKi0.

 

Oltre a Ligabue, Mimmo Locasciulli ha coinvolto nel progetto molti degli artisti con i quali nel corso degli anni ha condiviso la propria musica, il proprio mondo e gli interessi musicali, come Francesco De Gregori, Enrico Ruggeri, Alex Britti, Andrea Mirò, Alessandro Haber & Stefano Delacroix, Frankie hi-nrg mc, Gigliola Cinquetti e ‘Nduccio.

 

«Mi è capitato di andare a rovistare nella soffitta e ho portato via tutte le cose che inconsapevolmente cercavo: vecchie registrazioni, tracce alternative, provini, preproduzioni di dischi pubblicati, progetti lasciati a metà – racconta Mimmo Locasciulli – Molto materiale, quasi infinito… Ho raccolto, scomposto, ricomposto e utilizzato tutto e di più, e ho cominciato a sovrapporre sulle vecchie tracce quello che sono oggi ma, in tutto e per tutto, totalmente e inequivocabilmente legato a quello che sono stato allora. Mi hanno supportato compagni di viaggio che ho avuto nel corso degli anni e compagni di viaggio nuovi e già preziosi. Ho incontrato tutti senza perdere nessuno, ed è davvero magnifico poter constatare che si può così a lungo gelosamente conservare e custodire tutto quello che si è amato».

“LIGA ROCK PARK” raddoppia

LIGA ROCK PARK” RADDOPPIA! Si aggiunge a grande richiesta la seconda data per gli unici eventi live del 2016 di LUCIANO LIGABUE, che si terranno SABATO 24 e DOMENICA 25 SETTEMBRE nella splendida cornice del PARCO DI MONZA.

L’appuntamento per i fan di Ligabue che hanno acquistato il biglietto per uno dei due concerti è fissato per il 23 SETTEMBRE, a partire dalle ore 18.00 e fino alle ore 24.00, con “ASPETTANDO LIGA ROCK PARK”.

Quello per il “LIGA ROCK PARK” è più di un semplice biglietto! 

Tutti coloro che acquisteranno il titolo d’accesso al concerto on line su ticketone.it (scegliendo la modalità di spedizione a casa o il ritiro direttamente presso il luogo dell’evento) riceveranno in esclusiva lo “SPECIAL BOX – LIGA ROCK PARK”, che non sarà possibile ricevere acquistando il biglietto presso i punti vendita abituali.

All’interno dell’esclusiva confezione numerata saranno presenti il booklet, il mini-poster in edizione limitata con la locandina dell’evento e uno speciale ed esclusivo dvd che conterrà:

– Ligabue racconta “Urlando Contro Il Cielo”

“25 anni di Urlando Contro Il Cielo” (videoclip inedito del brano con immagini live dall’intera carriera del “Liga”)

“Urlando Contro Il Cielo” (videoclip originale)

Giangilberto Monti presenta “Romanzo musicale di fine millennio”

Mercoledì 1 GIUGNO sarà disponibile in tutte le librerie “ROMANZO MUSICALE DI FINE MILLENNIO (Miraggi Edizioni), il nuovo libro del cantautore milanese GIANGILBERTO MONTI. Un libro che racchiude trent’anni di cultura pop del nostro paese, raccontati da un “clown”, che ne è stato testimone e protagonista, sul palco e dietro le quinte.  

 

ROMANZO MUSICALE DI FINE MILLENNIO” verrà presentato da Giangilberto Monti nelle seguenti date: oggi, giovedì 26 maggio all’HOP&BOOK di Roma (Via dell’Amba Aradam 29/A, inizio presentazione ore 18.30); domani, venerdì 27 maggio al MONK CLUB di Roma, in occasione del XII Mojo Station Blues Festival (via Giuseppe Mirri, 35 – Sala dei camini – inizio presentazione ore 20.00); mercoledì 1 giugno al GV Pane e Caffè di Torino (Via Gian Battista Tiepolo), giovedì 2 giugno allo Spirit de Milan di Milano (via Bovisasca, 59) insieme al giornalista Luca Trambusti e sabato 4 giugno alla Libreria Utopia di Milano (Via Marsala, 2) con il giornalista Roberto Caselli. Durante le presentazioni Giangilberto Monti eseguirà live alcuni brani del suo repertorio accompagnato dalla sua band, composta da: Andrea Cavallo alle tastiere, Paolo Rigotto alle percussioni, Massimo Villa e Roberto Zorzi alle chitarre.

 

Il cantautore milanese sarà anche uno dei protagonisti della serata del 7 giugno, organizzata all’Osteria del Treno di Milano (via San Gregorio 46 – inizio spettacolo ore 20.30). Un primo appuntamento fissato per parlare, cantare, conversare sui temi della musica e della canzone umoristica. Insieme ad altri ospiti e testimoni come Ivan Cattaneo, Roberto Manfredi e Alberto Patrucco, per la conduzione del giornalista Enzo Gentile, Giangilberto Monti si racconterà attraverso le sue esperienze sul palco e come animatore culturale

 

ROMANZO MUSICALE DI FINE MILLENNIO” è un’autobiografa di un’epoca e di un modo di essere del mondo dello spettacolo. Spesso ironico, ma con affetto, l’Autore non fa sconti a nessuno, compreso se stesso. Perché la qualità prima del clown – come veniva e viene chiamato – è il dir la verità.  Gli incontri con i grandi nomi e i luoghi fondanti della musica e del cabaret italiani – e non solo – diventano un romanzo denso di ironia e disincanto che mischia il pragmatismo meneghino alle origini napoletane dell’autore, facendo rivivere quel gran varietà di artisti e comparse attratti dal sogno della fama, che abbiamo ascoltato e con cui abbiamo riso: la gioventù stessa di un intero paese, un’Italia che è cambiata, ma in cui siamo cresciuti e in cui ci siamo riconosciuti.

 

OPINIONI DA CLOWN(Egea Music/ed. Warner Chappell) è l’ultimo disco di inediti del cantautore milanese GIANGILBERTO MONTI, che riassume trent’anni di attività dell’artista, tra cantautorato e comicità.  Composto da 13 brani, nel disco si annoverano importanti collaborazioni musicali tra cui quella di Mauro Pagani, Sergio Conforti (il Rocco Tanica di Elio & Le Storie Tese) e il bluesman piacentino Ubi Molinari. Importanti sono anche le presenze di alcuni comici noti tra cui Nino Formicola, Raul Cremona e Giovanni Storti (del trio Aldo, Giovanni & Giacomo).

 

Chansonnier e scrittore, Giangilberto Monti compone le prime canzoni a metà degli anni Settanta, pubblica i primi dischi e intraprende una parallela attività teatrale: studia canto con Cathy Berberian, recita con Dario Fo e Franca Rame, e durante gli anni Ottanta scrive testi per diversi comici che frequentano lo Zelig di Milano. G.G.Monti vanta anche una lunga collaborazione con la Radio Svizzera Italiana per cui realizza trasmissioni culturali e radiodrammi, vincendo il Prix Suisse nel 2004. Dopo aver messo in scena con la jazzista Laura Fedele il repertorio musicale di Dario Fo (1999-2000), sviluppa un’attività di scrittore e saggista con Garzanti, per cui pubblica il Dizionario dei Cantautori (2003-2005), firmato con Veronica Di Pietro, il Dizionario dei Comici e del Cabaret (2008) e La vera storia del cabaret (2012), quest’ultimo scritto con Flavio Oreglio. Negli stessi anni rievoca il periodo sessantottino nello spettacolo “Un po’ dopo il piombo” e nell’album di brani inediti “Ce n’est qu’un début”, a cui seguirà il CD “Comicanti – entrambi pubblicati con Carosello Records – nel quale duetta con una quindicina di artisti comici, interpretando i migliori brani della comicità musicale italiana, da Ettore Petrolini a Dario Fo. Nel 2013 Giangilberto Monti pubblica per Egea Music “Comicanti.it, un doppio album contenente l’intero disco precedente corredato da molti altri brani del cantautorato ironico e un libro che racconta la storia della canzone comica, demenziale e di protesta, firmato con Enzo Gentile. Riassume la sua passione per la canzone francese in libri, dischi e spettacoli – traduce brani di Boris Vian, Léo Ferrè e Serge Gainsbourg – e lungo il 2014 conduce al fianco di Jenny Alessi la trasmissione storico-musicale Les Chansonniers, negli studi di Lugano della RSI.

Gheri e la “Generazione zero”

Gheri e la sua generazione 0, l’autore ci parla dei suoi progetti futuri, e dell’album

Gheri come descriveresti il tuo album?

Generazione 0 è un album che racconta di noi… ci sono i sogni e i tormenti di una generazione figlia della crisi, “Una generazione alla quale è stata tolta la possibilità di scrivere la propria storia e che viaggia a luci spente. Ma siamo pronti a lottare per riprendercela.

‘Generazione 0’ sarebbe un nuovo inizio un punto di partenza dal quale iniziare?

Generazione 0 è un nuovo punto di partenza

‘Cuori randagi’ il titolo del singolo, rappresenta i sentimenti alla deriva?

IL PROFESSIONISTA il primo spettacolo teatrale di Fabrique du Cinéma

“Fabrique du Cinéma”, la freepress dedicata al giovane cinema italiano, nasce nel 2011 dall’idea di una comunità di giovani cineasti, attori, registi, giornalisti, fotografi, per dare visibilità al lavoro dei loro coetanei. Oggi Fabrique è un esempio vincente di comunicazione integrata che utilizza più media all’interno di un grande progetto editoriale: rivista, web ed eventi.

L’1 Giugno Fabrique presenterà al Teatro Sala Umberto, il suo primo spettacolo teatrale, in  una serata unica: si parte con l’aperitivo alle 19.00 che vede l’inaugurazione di due mostre: “INTERAZIONI” di Giulia Gensini e “LA FAME DI ALICE” di Valeria Trasatti, a seguire alle ore 21.00 lo spettacolo teatrale “IL PROFESSIONISTA” e successivamente il Dj Set con Dj Rico.

Il nuovo album della band BOTTEGA BALTAZAR “Sulla testa dell’elefante”

Esce in versione fisica il nuovo album della band BOTTEGA BALTAZAR “Sulla testa dell’elefante” (Azzurra Music), disco nato durante i mesi trascorsi in ritiro sul Monte Summano (Prealpi Vicentine), le cui cime ricordano proprio la testa di un pachiderma. “Sulla testa dell’elefante” è già disponibile sulle principali piattaforme streaming e in digital dowload su Azzurra Music e su iTunes. Da oggi, giovedì 26 maggio, è online il video del primo brano estratto “Rugby di periferia”, diretto da Marco Zuin, a cui hanno partecipato due squadre di rugby: Leoni di Camposampiero (Padova) e Variegati di Castelfranco Veneto (Treviso).

«Con questo singolo, estratto dal nostro nuovo album, il rugby si fa metafora della vita: un gioco ruvido, non privo di contraddizioni ma che si basa su una forte tensione allo spirito di unione, a tutti i livelli – racconta la band –  Come avviene durante una partita di rugby, e così nella vita, ognuno è solo e debole se non è parte di una comunità. Dedichiamo questo brano a coloro che sono davvero sono capaci di unirsi, non per escludere gli altri ma al contrario con senso di solidarietà, per resistere insieme e affrontare gli urti della vita, anche senza i muscoli possenti degli atleti di professione».

Amazon Prime